Creazioni di natura

La Riserva Naturale WWF del Lago Preola e Gorghi Tondi è un vero e proprio tesoro. Per scoprirlo, bisogna avvicinarsi in silenzio, con uno sguardo curioso. Solo così, quando meno li si aspetta, immersi in una vallata che li sottrae a occhi indiscreti, si può restare abbacinati dalla bellezza dei cinque piccoli laghi circondati da una ricca vegetazione.

L’area è una depressione di origine carsica, dove le piogge e il tempo hanno scavato il terreno fino a formare questi laghetti naturali che, oltre che altamente suggestivi ed emozionanti, donano un sapore eccezionale e unico alle uve, inscindibili così dal proprio territorio. I filari sono ordinatamente contestualizzati in un’oasi selvatica e armoniosa, già dimora, in diversi periodi dell’anno, di specie protette come aironi, falchi di palude e germani reali.

Un terroir dalle caratteristiche uniche, per posizione e clima come per trattamento dei terreni e rispetto della natura: l’azienda, impiega energie pulite per permettere uno sviluppo sostenibile atto sia al soddisfacimento del fabbisogno energetico (parallelo a un maggior risparmio economico) che alla salvaguardia dell’ecosistema.

Un vino per rispettare la natura e te stesso

La green attitude è sempre stata una componente determinante nella vision aziendale della Tenuta Gorghi Tondi. La salvaguardia dell’ambiente, il basso impatto aziendale, l’eco-sostenibilità (uniti al massimo controllo e cura di tutta la filiera produttiva), sono fattori primari per la produzione di un buon vino: non basta coltivare la terra, serve anche rispettarla. Tenuta Gorghi Tondi, trovandosi all’interno di una Riserva Naturale del WWF dal 1998, vive una condizione unica che non può prescindere dal rispetto verso la natura e il suo equilibrio. E proprio attraverso questo processo difficile e virtuoso è riuscita a ottenere uve di qualità. Via le sostanze chimiche, via gli organismi geneticamente modificati: questa, l’unica strada per recuperare i sapori autentici della tradizione.

Il modello Bio attuato conduce a un rapporto più profondo tra la vite e la terra, caratterizzando così il prodotto finale con una “tipicità” che raccoglie tutto ciò che la natura può offrire quando viene lasciata libera di esprimersi. Se non si “forza” la terra, lavorando per lei e non contro di lei, essa stessa regala spontaneamente i suoi migliori frutti. Vivitis Bio, enfatizzando il significato di vita attraverso il proprio nome, attinge dalle radici culturali più profonde della nostra civiltà: vivitis, dal latino vivere (forma attiva, indicativo presente, seconda persona plurale), e bio, dal greco bios, vita.

Un vino per rispettare la natura e te stesso

La green attitude è sempre stata una componente determinante nella vision aziendale della Tenuta Gorghi Tondi. La salvaguardia dell’ambiente, il basso impatto aziendale, l’eco-sostenibilità (uniti al massimo controllo e cura di tutta la filiera produttiva), sono fattori primari per la produzione di un buon vino: non basta coltivare la terra, serve anche rispettarla. Tenuta Gorghi Tondi, trovandosi all’interno di una Riserva Naturale del WWF dal 1998, vive una condizione unica che non può prescindere dal rispetto verso la natura e il suo equilibrio. E proprio attraverso questo processo difficile e virtuoso è riuscita a ottenere uve di qualità. Via le sostanze chimiche, via gli organismi geneticamente modificati: questa, l’unica strada per recuperare i sapori autentici della tradizione.

Il modello Bio attuato conduce a un rapporto più profondo tra la vite e la terra, caratterizzando così il prodotto finale con una “tipicità” che raccoglie tutto ciò che la natura può offrire quando viene lasciata libera di esprimersi. Se non si “forza” la terra, lavorando per lei e non contro di lei, essa stessa regala spontaneamente i suoi migliori frutti. Vivitis Bio, enfatizzando il significato di vita attraverso il proprio nome, attinge dalle radici culturali più profonde della nostra civiltà: vivitis, dal latino vivere (forma attiva, indicativo presente, seconda persona plurale), e bio, dal greco bios, vita.

Gorghi Tondi – Sostenibilità e produzione biologica

Gorghi Tondi, nascendo all’interno di una riserva naturale protetta dal WWF, non poteva che fare della green attitude una delle principali componenti della propria visione produttiva. D’altronde, salvaguardia dell’ambiente, basso impatto aziendale ed eco-sostenibilità (uniti al massimo controllo e cura di tutta la filiera produttiva) sono fattori primari per la produzione di un buon vino: non basta coltivare la terra, serve anche rispettarla. Da questo rispetto, e da questo amore per la propria terra, nascono i vini della linea Vivitis Bio, ottenuti da due uve autoctone, grandi rappresentanti della tradizione siciliana: Nero d’Avola e Grillo. Il primo, dal color rosso rubino intenso, si distingue per il suo profumo fruttato, con note speziate, minerali e di tabacco, mentre al gusto risulta morbido ed equilibrato, tannico, con grande aroma e persistenza. Il Grillo, dalle note fruttate e floreali, di pesca bianca, è riconoscibile per il suo color giallo paglierino dai riflessi verdognoli, ed è intenso e persistente.

I due vini Vivitis Bio si caratterizzano, oltre che per la provenienza agricola biologica delle rispettive uve, per la non aggiunta di anidride solforosa durante le fasi di produzione. Sono simboli di un modello che conduce a un rapporto più profondo tra la vite e la terra, e catalizzatori di una “tipicità” che raccoglie tutto ciò che la natura può offrire quando viene lasciata libera di esprimersi. Se non si “forza” la terra, lavorando per lei e non contro di lei, essa stessa regala spontaneamente i suoi migliori frutti. Vivitis Bio, enfatizzando il significato di vita attraverso il proprio nome, attinge dalle radici culturali più profonde della nostra civiltà: vivitis, dal latino vivere (forma attiva, indicativo presente, seconda persona plurale), e bio, dal greco bios, vita.

Scopri di più

Gorghi Tondi – Sostenibilità e produzione biologica

Gorghi Tondi, nascendo all’interno di una riserva naturale protetta dal WWF, non poteva che fare della green attitude una delle principali componenti della propria visione produttiva. D’altronde, salvaguardia dell’ambiente, basso impatto aziendale ed eco-sostenibilità (uniti al massimo controllo e cura di tutta la filiera produttiva) sono fattori primari per la produzione di un buon vino: non basta coltivare la terra, serve anche rispettarla. Da questo rispetto, e da questo amore per la propria terra, nascono i vini della linea Vivitis Bio, ottenuti da due uve autoctone, grandi rappresentanti della tradizione siciliana: Nero d’Avola e Grillo. Il primo, dal color rosso rubino intenso, si distingue per il suo profumo fruttato, con note speziate, minerali e di tabacco, mentre al gusto risulta morbido ed equilibrato, tannico, con grande aroma e persistenza. Il Grillo, dalle note fruttate e floreali, di pesca bianca, è riconoscibile per il suo color giallo paglierino dai riflessi verdognoli, ed è intenso e persistente.

I due vini Vivitis Bio si caratterizzano, oltre che per la provenienza agricola biologica delle rispettive uve, per la non aggiunta di anidride solforosa durante le fasi di produzione. Sono simboli di un modello che conduce a un rapporto più profondo tra la vite e la terra, e catalizzatori di una “tipicità” che raccoglie tutto ciò che la natura può offrire quando viene lasciata libera di esprimersi. Se non si “forza” la terra, lavorando per lei e non contro di lei, essa stessa regala spontaneamente i suoi migliori frutti. Vivitis Bio, enfatizzando il significato di vita attraverso il proprio nome, attinge dalle radici culturali più profonde della nostra civiltà: vivitis, dal latino vivere (forma attiva, indicativo presente, seconda persona plurale), e bio, dal greco bios, vita.

Scopri di più